SEARCH BY TAGS: 

RECENT POSTS: 

FOLLOW ME:

  • Facebook Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • Instagram Clean Grey

Monte Cofano

Percorrendo la strada che dalla piana di Castelluzzo conduce a San Vito Lo Capo e si inoltra verso lo Zingaro, sulla destra potrete intravedere il piccolo abitato di Makari e sulla sinistra vi apparirà all'improvviso, inebriante come un miraggio, il selvaggio litorale di Monte Cofano...

...I più vecchi raccontano di un tesoro che vi sarebbe nascosto e ogni tanto qualcuno sembra si ostini a cercarlo. Raccontano pure che le patelle attaccate agli scogli erano grandi come ricci e se ne riempivano secchi interi, che i pesci all'Isulidda saltavano sulla riva e potevano acchiapparsi con le mani, e che le grotte di Cofano erano il naturale rifugio di molti briganti.

Sempre a Cofano gli uomini trascorrevano lunghi mesi pescando e comunicavano con le loro famiglie scambiandosi dei telegrammi.

Si racconta di un tale che, alle proteste della moglie che ne reclamava il ritorno, rispose con un telegramma composto da poche, lapidarie parole per manifestare le sue intenzioni:

"Cofano, Cofano, Cofano!"

di Marilù Terrasi

Tratto da San Vito Lo Capo, Custonaci, La Riserva dello Zingaro, Scopello, Castellammare del Golfo

Edizioni Affinità Elettive

Foto di Chiara Laudicina

Un articolo interessante su Monte Cofano: CUSTONACI WEB

© 2023 by Closet Confidential. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now